Attualità, Contemporanea, Emergenti, Scrittori, Viaggi e Cultura

Al via la prima edizione dell’Ingorgo Letterario a Borgo San Lorenzo (FI) il 10 ed 11 novembre 2018

2 novembre 2018

Al via la prima edizione dell’Ingorgo Letterario a Borgo San Lorenzo (FI) il 10 ed 11 novembre 2018

Borgo San Lorenzo – Grandi autori e scrittori mugellani per la due giorni di Villa Pecori Giraldi

Ingorgo letterario, una grande festa del libro con gli autori.
Conto alla rovescia per l’Ingorgo letterario, il primo festival mugellano del libro e degli autori nato da un’idea dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Borgo San Lorenzo che lo organizza a Villa Pecori in sinergia con la Pro Loco borghigiana. Programma definito con già alcune cifre importanti: quasi 60 gli autori presenti, oltre 15 le case editrici coinvolte a partire dalle mugellane per arrivare a Firenze, Roma, Milano. Per due giorni, 10 e 11 novembre, Villa Pecori si trasformerà in una enorme libreria aperta liberamente al pubblico con presentazioni, letture, corsi di scrittura creativa e momenti di spettacolo. Una vetrina per autori locali, per scrittori emergenti o già affermati anche a livello nazionale come Saverio Tommasi ed il giovanissimo David Fabbri, Silena Santoni e il giallista Gigi Paoli per Giunti editore, lo strepitoso Massimo Roscia con il suo “Peste e corna” e, notizia dell’ultimo momento, anche Teresa Ciabatti per Solferino e Irene Cao, autrice della famosa triologia erotica.

 

 


 

Spazio dunque ai libri, agli autori, alla lettura e alla scrittura tra le sale del caffè letterario, nella libreria, nel salotto letterario o nelle sale con più ampia platea che ospiteranno presentazioni, incontri con l’autore, firmacopie, con una particolare attenzione agli autori locali e al panorama editoriale del Mugello che culminerà domenica 11 con la consegna di alcuni premi alla carriera di scrittori mugellani. E a proposito di scrittori mugellani l’Ingorgo Letterario sarà anche palcoscenico per due opere inedite: “Frammenti”, la raccolta di racconti di Matteo Lucii e “Omaggio a Don Milani” di Massimo Biagioni che ripropone, fuori dalle ricorrenze ufficiali, un lavoro di qualche anno fa con una serie di testimonianze su don Milani che rischiavano di andare perdute.

Fondamentale la collaborazione con le associazioni del volontariato culturale, da “Lo Scrittoio” che propone presentazioni di libri e letture, agli autori di Nuovi Occhi sul Mugello e al Bookclub LettInsieme che inviterà il pubblico a votare il libro del cuore su di una classifica di dieci libri appositamente scelta per l’evento. Tra i partner dell’evento anche Copernicum, il primo portale sul mondo del libro antico ed usato che proporrà al pubblico un’interessante esposizione di manoscritti e libri antichi.

Ultime disponibilità per i corsi di scrittura creativa: “Scrivere: un’esigenza, un sapere, un mestiere” è il titolo del corso per aspiranti scrittori o scrittori in cerca di autore organizzato con la collaborazione dei consulenti editoriali di Eclettica Edizioni.

 

 


 

Sabato 10 Novembre ore 11.00-12.30 e 14.15.30 e in replica Domenica 11 Novembre ore 9-12. (Costo 20 Euro compreso pranzo al Caffe letterario (primo, secondo, contorno, acqua e caffe). Sempre domenica la giovane scrittrice Giulia Finocchi conduce “Penne gialle”, breve lezione di scrittura creativa alla scoperta della scrittura veloce e ricca di suspence. (Euro 15 compreso pranzo al Caffe Letterario). Prenotazione obbligatoria Ingorgoletterario@gmail.com. Ancora aperte le prenotazioni per la cena con l’autore di sabato 10 in collaborazione con Muvein e Buffet e Paty, un ricco buffet da godersi in compagnia di alcuni autori che rimarranno a disposizione del pubblico. Nel dopo cena lo spettacolo di Marco Paoli con Goffredo.

Senza categoria

Torna a Cesena C’era una volta… il libro il 17 e 18 novembre 2018

15 ottobre 2018

Torna a Cesena C’era una volta… il libro il 17 e 18 novembre 2018

 

 

1938 che razza di… stampa!

In occasione di C’era una volta… il libro e a 80 anni dalle leggi razziali, una mostra ripercorre una delle pagine più drammatiche della storia italiana

Sabato 17 e Domenica 18 novembre a Cesena Fiera Cesena –

“Le razze umane esistono”. È quanto stabiliva, il 5 settembre del 1938, il Manifesto in difesa della razza che seguiva, di una manciata di giorni, i primi 180 decreti che saranno ricordati come leggi razziali. A 80 anni da una delle pagine più drammatiche della nostra storia, a ripercorrerne i passi una mostra dall’emblematico titolo 1938: che razza di… stampa! in programma Sabato 17 e Domenica 18 novembre a Cesena Fiera in occasione di “C’era una volta… il libro”.

 




Protagonista dell’esposizione è la carta: le preziose stampe in mostra diventano veicolo di memoria più che di bellezza, quasi a voler sugellare quell’eterno patto tra il mezzo e il suo fruitore che assolve il primo sempre, anche quando macchiato da un esecrabile trionfo di mendacità. Diverso il materiale esposto databile dal 1938 al 1945: manifesti, documenti di vario tipo, quotidiani e riviste dal respiro nazionale, ma anche stampa locale per una ricostruzione storica cruda ed eloquente che fa convivere la ricerca locale e l’approccio della micro-storia con la prospettiva generale di quella che fu la persecuzione razziale in Italia. A fornirci le coordinate con cui orientarci in questa raccolta che si fa memoria di un passato forse ancora troppo vicino, sarà il curatore della mostra, Giovanni Luisè della Libreria Luisè di Rimini, presente in fiera per l’intera durata dell’esposizione (per info e orari visite guidate: www.ceraunavoltantiquariato.it).

A fare da corollario alla mostra, c’è l’intero universo dell’antiquariato librario: incunaboli, cinquecentine, libri di varie epoche e pregio, incisioni, volumi rari, litografie, cartografia e preziose stampe compongono la sesta edizione di C’era una volta… il libro. Oltre 70 gli espositori per una proposta commerciale di qualità che guadagna un favore di pubblico sempre crescente e fa proseliti tra collezionisti e bibliofili. La manifestazione si svolge in concomitanza di C’era una volta… antiquariato, la rassegna antiquaria mensile dal format inedito che, ogni terzo week-end del mese da settembre ad aprile abbina a una eccellente offerta di antiquariato di pregio il fascino del mercatino di strada.

L’evento è organizzato da Blu Nautilus (www.blunautilus.it) con il patrocinio del Comune di Cesena, della Provincia Forlì Cesena e della Regione Emilia Romagna ed in collaborazione con i maggiori siti specializzati del settore Abebooks.it, Maremagnum.com e Copernicum.it

Info: C’era una volta.. il libro Fiera di Cesena, v. Dismano 3845 Pievesestina di Cesena (FC)

Sabato 17, Domenica 18 novembre 2018 – h. 9/19 Ingresso € 3 intero – gratuito fino ai 14 anni e dopo i 70

 




www.ceraunavoltantiquariato.it – FB evento c’era una volta il libro – VI ed. ☎ Tel. 333.3308106 ✉ e.casanova@blunautilus.it Cesena, 8 ottobre 2018

Attualità, Contemporanea, Emergenti, Scrittori

La stirpe spezzata e il riscatto del cuore. Un libro di Stefania Andreoli

14 settembre 2018

 

La stirpe spezzata e il riscatto del cuore.

La stirpe spezzata e il riscatto del cuore è un libro che si potrebbe definire una ritmata e accattivante narrazione-dossier biblica, diretta a fornire risposte relative al difficile periodo di oggi per la Chiesa, alle crisi che la attraverso e dall’altro, alla famiglia, due istituzioni che il lettore avrà modo di scoprire sono una faccia della stessa medaglia.

Attraverso una dettagliata ricerca storico, biblico e teologica e una inedita esegesi il lettore si ritrova all’interno della verità iniziata con Abramo, per scoprire il vero significato dimenticato di Stirpe eletta, regno di sacerdoti, nazione santa, direttamente voluta dal Dio Uno e Trino che si è rivelato. Un’esplorazione dentro a documenti attestatori di una imminente disfatta dovuta ad alcune scelte che l’autrice riporta alla luce e che ripulite dalla polvere del tempo, faranno comprendere la Rivelazione stessa e i tortuosi sentieri percorsi dalle Chiese gemelle cattolica-ortodossa.

 




La stirpe spezzata e il riscatto del cuore è un libro che ci regala una avventura dentro all’esegesi biblica, uscendo dalle nicchie per pochi esperti, diventa racconto di una famiglia per le famiglie di oggi, consegnando un positivo messaggio escatologico ed il trionfo di Dio, il senso delle Nozze dell’Agnello e del Cuore Immacolato di Maria.

Un libro che può raggiungere anche i più lontani, meno esperti ed i giovani.

Il libro sarà presentato presso la Libreria Open More Than Books a Milano il 29 settembre 2018 alle ore 17.

 

Se desiderate acquistare il libro, potete farlo cliccando qui.

 

Conosciamo Stefania Andreoli:

ha conseguito la Laurea quinquennale in Teologia presso l’Università Teologica dell’Emilia Romagna, l’indirizzo degli studi è stato dettato dal senso esistenziale e ricerca di Dio, cresciuto con gli anni, dopo che a soli cinque mesi morì la madre. La prima di tante prove che la vita le pone dinnanzi e che fa crescere il desiderio di avere prima di tutto una famiglia e dei figli.

Decide di rinunciare all’insegnamento e agli studi del corso di Laurea in Filosofia a motivo della disabilità dei figli gemelli. Ha continuato poi da autodidatta e credendo nella nuova evangelizzazione attraverso le nuove tecnologie, lavora per diffondere il messaggio del Vangelo.

In questo contesto riscontra opinioni positive, decide per la stesura del libro. Ha collaborato con alcuni Editori. Ha poi lavorato nel campo della disabilità, formando un’Associazione di volontari per disabili.

 




Attualità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Byblos 2.0. Ecco alcune anticipazioni sul cuore della Mostra Mercato

31 agosto 2018

 

Byblos 2.0. Ecco alcune anticipazioni sul cuore della Mostra Mercato

l’apertura di Byblos 2.0 2018 è ormai imminente, e vogliamo perciò condividere con voi alcune delle chicche che troverete in Fiera. Un motivo in più per non perdersi questo appuntamento milanese bibliofilo di fine estate che richiama ogni anno migliaia di visitatori. Per info clicca qui.

 

Vi aspettiamo a Milano!

 

 

 

1. Manoscritto su carta in latino e volgare, probabilmente Nord Italia, fine del XV secolo.

Il testo tratta di astrologia e si può dire suddiviso in tre parti: – Cosa sia bene fare e cosa no a seconda della posizione della luna nei segni dello zodiaco – Suddivisione delle ore del giorno e della notte secondo i pianeti – Caratteristiche del pianeta zodiacale, ovvero cosa è consigliabile fare e quali sono le peculiarità di una persona che nasce quando il pianeta è dominante.[Proprietà: Giuseppe Solmi Studio Bibliografico, Ozzano Emilia BO]

2. KOURIN MOYOUAnno: MEIJI 40 ( 1907) Giappone. Autore; FURUYA KOURIN. Editore: unsodo.

Volume estremamente raro. [Proprietà: Arcantibus di William Vischetta, Vogogna]

 

3. Luigi Antonio Lanzi, Saggio Di Lingua Etrusca: E Di Altre Antiche d’Italia, Per Ser. Vire Alla Storia de’ Popeli, Delle Lingua, E Delle Belle Arti. 3 volumi.
Prima edizione stampata a Roma 1789, con legatura originale e completa di tutte le tavole di incisioni più volte ripiegate.

Luigi Antonio Lanzi – Archeologo, filologo e storico dell’arte (Montecchio, oggi Treia, 1732 – Firenze 1810). Gesuita, dopo la soppressione della Compagnia divenne (1775) aiutante antiquario del direttore della Galleria fiorentina. Pubblicò studî notevoli di archeologia e filologia paleoitalica, ma la sua opera principale è la Storia pittorica d’Italia (1795-96), per cui può considerarsi il fondatore della moderna storiografia artistica italiana. In essa, abbandonato lo schema tradizionale delle “vite” d’artisti, egli compone il quadro unitario delle varie scuole regionali, tenendo conto anche delle personalità minori, e giovandosi della mancanza di un’esplicita teoria estetica per rendere più duttile il suo giudizio critico, sempre singolarmente acuto.

Una delle opere più importanti sugli Etruschi mai stampate. [Proprietà: Roberto Trivella, Brescia]

 

4. Omnia divini Platonis opera tralatione Marsili Ficini
Buon esemplare di questa non comune edizione lionese in-folio della traduzione latina di Marsilio Ficino, uno dei testi più importanti del Rinascimento italiano.  

In folio, pp. 40+646+ carta bianca. Legatura ottocentesca in mz pelle con titolo in oro al dorso. Importante edizione arricchita dal commento di Marsilio Ficino.[Proprietà: Libreria Antiquaria Sonia Natale, Roma]

 

5. Assedio ed evacuazione del castello di Milano + Battaglia di Guastalla(stampe)

Rare incisioni di Giovanna Maria Dal Re, incisora attiva a Cremona e Milano nelle prima metà del XVIII secolo, probabilmente sorella o moglie dell’editore Marcantonio Dal Re, epoca 1735 circa. [Proprietà: Portobello Arts & Antiques, Boves CN]

 

 

 

 

 

Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Byblos 2.0 Il Fascino del libro antico incanta Milano – 15 e 16 settembre 2018

27 giugno 2018

BYBLOS 2.0
Il fascino del libro antico incanta Milano

15 e 16 settembre 2018 Parco Esposizioni Novegro

In mostra anche i capolavori degli incisori veneti del ‘700

Novegro (MI) – Rarità, condizioni e provenienza: sono questi i tre fattori da prendere in considerazione per chi sabato 15 e domenica 16 settembre andrà a caccia di piccoli e grandi tesori di carta tra i banchi di Byblos 2.0, la mostra mercato del libro antico e del ‘900, della stampa d’epoca e della cartofilia che torna al Parco Esposizioni Novegro (Milano). Amata da collezionisti e bibliofili, frequentatissima anche da semplici curiosi, Byblos 2.0 anche per questa edizione propone un format unico nel suo genere, in grado di offrire accanto a pregiati volumi destinati a una platea di buyer disposti a tutto, più abbordabili curiosità bibliografiche e libri più o meno antichi, ma pur sempre preziosi per rarità o singolarità, per un arco temporale che va dal XVI al XX secolo.

Oltre 40 gli espositori dall’Italia e dall’estero per una proposta commerciale di qualità: manoscritti, incunaboli, pregiati volumi, cartografia antica, mappe e stampe d’epoca, autografi, riviste, fotografie ed ephemera di ogni genere.

La mostra collaterale: 700 VENEZIANO I capolavori degli incisori veneti del Settecento

                        (Descrizione del Paese di Chucagna, dove chi manco lavora più guadagna. Remondini. 1760 ca. – Proprietà Lux in Art Verona)

Non solo mercato di affascinanti rarità bibliografiche, ad arricchire la kermesse l’imperdibile mostra collaterale curata dallo studio Lux in Art (www.luxinart.com) di Verona e dedicata ai capolavori del ‘700 veneziano. Mai si incise tanto come nel Settecento e mai l’incisione ebbe tante applicazioni non solo di carattere artistico, ma anche divulgativo, didascalico, ricreativo e mondano. È proprio questo il tempo in cui gli editori veneziani mettono fuori i loro più bei libri illustrati, veri e propri capolavori come la Gerusalemme Liberata dell’Albrizzi con le figurazioni di Giambattista Piazzetta. Insomma, si tratta di un secolo per la cultura veneziana straordinario e superato forse solo dal 500, un secolo in cui l’intensa attività editoriale si incrocia con novità letterarie e rivisitazione dei classici, scoperte scientifico-geografiche e ricerche storiche e in cui, in generale, non era mai stato così stretto il rapporto tra produzione artistica e didattica.

Con un gioco di parole che, invertendo i numeri, trasforma il 700 in un avventuroso 007 pronto a svelare i segreti di oltre 100 anni di arte incisoria, a Novegro sarà possibile ammirare una delle maggiori collezioni venete ad oggi sul mercato. Protagoniste della mostra le incisioni su rame all’acquaforte o bulino di abili artisti veneziani, artefici di capolavori dell’editoria

illustrata che raggiunse proprio nel Veneto il suo massimo splendore. Tra questi Innocente Alessandri, Canal, Remondini con due raffinate incisioni del 1760 ritraenti le fasi della vita dell’uomo e della donna, Giovanni Volpato e le eleganti scene di vita bucolica incise da Giuseppe Wagner.

La mostra sarà inaugurata dal curatore Ermanno Bertelli assieme ad altre personalità del settore sabato 15 settembre alle ore 11:30, per l’occasione ci sarà anche un off-topic: una introduzione pianistica a dimostrazione di come il linguaggio dei libri parla da sempre anche a quello della musica.

La due giorni dedicata al libro antico si svolge in concomitanza con il grande mercato antiquario Brocantage, una delle più longeve fiere dell’antico d’Italia.

L’evento è organizzato da Comis Lombardia. Come sempre Copernicum.it è sponsor ufficiale della manifestazione.

Info:
Parco Esposizioni Novegro, via Novegro – 20090 Segrate (MI)
sabato 15 e domenica 16 settembre 2018
Orario: 10-19
Ingresso €10 per Byblos 2.0 e Brocantage – ridotto per bambini dai 6 ai 12 anni – gratuito da 0 a 6 anni (presentando alle casse la cartolina scaricabile dal sito è possibile usufruire di uno sconto del 50% sul biglietto).
www.parcoesposizioninovegro.it
Facebook: Byblos Novegro
Tel. 02.70200022 – 333.3308106 | mail byblos2.0@libero.it

Novegro, giugno 2018

Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Anche quest’anno Torrita di Siena diventa il Borgo dei Libri -5 e 6 maggio, 12 e 13 maggio 2018

13 aprile 2018

5 e 6 maggio, 12 e 13 maggio 2018

Anche quest’anno Torrita di Siena diventa il Borgo dei Libri

Ancora una volta Torrita di Siena, cittadella medievale nel cuore della Val di Chiana senese, torna ad essere il Borgo dei Libri. Anche se, tutto considerato, Torrita di Siena è tutto l’anno un borgo dei libri, visto che qui sono frequentissime le attività legate al  libro: concorsi per libri d’arte, convegni sul libro antico, presentazioni e molte altre attività attinenti per argomento. Il “Borgo” si sviluppa anche quest’anno su quattro giornate, suddivise in due fine-settimana, 5 e 6 maggio, 12 e 13 maggio, dedicate interamente al libro e a tutto il mondo che, in vari modi e in diversa misura, ci gira attorno. Un mondo che non è fatto, come molti potrebbero pensare, solo di lettura, ma di tante altre attività, alcune particolarmente originali.  Il libro, quindi, in queste giornate sarà presentato anche come strumento insostituibile per far circolare le idee, per condividerle insieme a quelle impressioni ed emozioni che sono invece di solito considerate come qualcosa di intimo, di difficilmente esternabile.

Il programma, poliedrico e variegato, sarà interamente illustrato nella conferenza stampa del 14 marzo e consultabile on line, dal 15, nel sito www.ilborgodeilibri.it e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/borgodeilibritorritadisiena/ .

Ecco qualche piccola anticipazione su alcune delle attività proposte per sabato 12 e domenica 13 maggio durante la Mostra Mercato:  l’Associazione DonnediCarta, in uno dei pomeriggi dell’evento, ci ricorderà in qualche modo gli uomini-libro del romanzo di Ray Bradbury  “Fahrenheit 451”; tanti i laboratori creativi e manuali offerti gratuitamente dalla Associazione Rizes, l’Associazione La Regola 42 e l’Associazione Nati per Leggere, rivolti ai bambini di tutte le età. Quei bambini che a torto, oggigiorno, sono ritenuti possibili fruitori solamente di giochi elettronici o di libri “digitali” interattivi, quando invece, se opportunamente educati e guidati, si rivelano letteralmente affamati di libri di carta, da sfogliare e da guardare, di storie da leggere e sentirsi leggere, da rielaborare con la mente, da far girare nella testa con l’uso esclusivo della fantasia e della voglia di immaginare. Naturalmente, ci saranno anche presentazioni di libri, con la possibilità di entrare in contatto con chi le storie le ha dapprima immaginate e poi scritte; bancarelle dove acquistare un libro meraviglioso da regalare ai propri bambini, o a persone care, o… a noi stessi.  Previsto anche un workshop, a cura di Canicola Edizioni, per capire in modo molto concreto alcune tecniche della creazione di fumetti, per imparare  così a coniugare fantasia e manualità, tratto efficace e coerenza con le storie raccontate. In più, anche quest’anno ci sarà Il Borgo dei Misteri, evento serale del sabato in grado di coinvolgere i visitatori in certi aspetti della narrazione molto particolari e… misteriosi. E il borgo di Torrita, ben racchiuso dentro alle sue mura che evocano arcane presenze, sembra fatto apposta per ospitare un’azione teatrale condivisa di questo tipo. Come per le passate edizioni, ci saranno anche angoli molto meno “letterari”, che hanno il compito di dare sostegno alle piacevoli fatiche dei cacciatori di libri e di voglia di leggere: quest’anno, il settore dedicato al cibo e alla gastronomia è ancora più ricco di sempre.

 




Insomma, il Borgo dei Libri rappresenta l’evento perfetto per entrare in contatto con il libro, con i creatori di libri, con altri fruitori di libri: per condividere la passione della carta e del suo profumo, la lettura, il desiderio di far lavorare la mente elaborando storie scritte da noi stessi o da altri. Il Borgo dei Libri apre le sue pagine e aspetta solo di essere sfogliato.

Il Borgo dei Libri gode della sponsorizzazione di Copernicum, uno dei più famosi Market Place per gli appassionati di libri e materiale cartaceo da collezione, ed ha avuto patrocini prestigiosi, come quello del Centro per il Libro e la Lettura del MiBACT e dell’ALI|Associazione Librai Italiani.

Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Napoli Map Fair 2018 -La Fiera del Mezzogiorno dedicata alle antiche mappe ed alla cartografia

26 marzo 2018

Napoli Map Fair 2018 -La Fiera del Mezzogiorno dedicata alle antiche mappe ed alla cartografia

Pozzuoli, Villa Avellino – 6-7 aprile 2018

Tutto pronto per la seconda edizione di “Napoli Map Fair”, la mostra mercato specializzata, dedicata alla cartografia, agli atlanti, ai libri di viaggio ed alla vedutistica nella stampa antica. Una particolare sezione sarà dedicata al Regno della Due Sicilie. L’importante evento, che vedrà la partecipazione di espositori da tutta Italia, si svolgerà il 6 e 7 aprile a Pozzuoli (Napoli) negli antichi spazi di Villa Avellino, una dimora che risale al 1540.

cof

L’ingresso sarà libero, per consentire, visto l’interesse e l’unicità dell’appuntamento, una grande partecipazione di pubblico. L’organizzazione si deve allo Studio Bibliografico Morghen – operativo a livello internazionale con le sue sedi tra Roma e Salerno- guidato da Gabriele Barbone che spiega le ragioni che hanno portato ad organizzare la seconda edizione della fiera: “La mostra nasce per rimediare ad un vuoto da sempre presente, in ambito meridionale, sul mercato del collezionismo. Mi riferisco proprio Continua a Leggere…

Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Fiera del Libro di Bologna – appuntamento a Porta Galliera dal 18 marzo al 12 maggio 2018

17 marzo 2018

Fiera del Libro di Bologna – appuntamento a Porta Galliera dal 18 marzo al 12 maggio 2018

Dal 18 marzo al 12 maggio avrà luogo in Piazza XX Settembre l’edizione primaverile della Fiera del Libro di Bologna, una delle più antiche e longeve d’Italia.

Sette giorni su sette, con orario continuato dalle 9.00 alle 19.30, si possono trovare libri antichi, rari e d’occasione, prime edizioni, saggi, fumetti, edizioni d’arte, di design e d’architettura, letteratura ed altro ancora.

Dalla prima edizione del 1927, la Fiera del Libro è diventata un appuntamento fisso nell’agenda cittadina, atteso non solo dai bibliofili, ma anche dai semplici appassionati.

Passeggiando per porta Galliera —a pochi passi dalla Stazione Centrale— troverete una vasta e specializzata offerta di libri, sviluppata in oltre 400 metri quadri d’esposizione: non solo rare edizioni antiche e ricercate, ma anche migliaia di libri di seconda mano o nuovi a metà prezzo, oltre ad una vasta collezione di fumetti, poster vintage e dischi in vinile.

Dopo i festeggiamenti dello scorso anno per i 90 anni di attività, evento per il quale anche Poste Italiane ha voluto dedicare un annullo speciale con relative cartoline, i librai sono felici di tornare a Porta Galliera con un’edizione primaverile extra: dieci giorni in più a maggio per godersi la primavera bolognese tra i libri. Continua a Leggere…

Attualità, Collezionismo e Antichità, Scrittori

Scripofilia. Alberto Puppo presenta il suo capolavoro letterario sul collezionismo di titoli finanziari storici.

13 marzo 2018

Scripofilia. Alberto Puppo presenta il suo capolavoro letterario sul collezionismo di titoli finanziari storici.

All’indomani del sodalizio professionale stretto con Scripomarket, azienda leader nel commercio di titoli finanziari storici da collezione, siamo lieti di presentare su Copernicum Blog un’opera veramente unica nel suo genere, “Scripofilia. Il collezionismo di titoli finanziari – Italia – Dagli Stati preunitari alla Repubblica”. Un capolavoro letterario realizzato da Alberto Puppo che fonde la passione collezionistica alla divulgazione storica, permettendo al lettore un viaggio attraverso la storia della Scripofilia italiana.

 

IL COLLEZIONISMO FINANZIARIO

Ma innanzitutto cos’è la scripofilia? E’ la collezione di titoli finanziari storici: azioni, obbligazioni, fedi di credito, ecc. che sono ormai fuori corso, anzi con l’avvento della borsa telematica hanno visto eliminare la loro emissione, sostituita dalla digitalizzazione dei titoli. Ma quei documenti di carta possiedono talvolta un importante valore storico-artistico. Da un lato testimoniano le operazioni fatte da imprese o Stati per finanziare quelle attività che hanno cambiato la Storia. Dalle guerre alla rivoluzione industriale, dalle grandi opere alle fabbriche d’auto, l’economia dell’Otto e Novecento (ma vi sono titoli storici anche precedenti) si è basata sul finanziamento per titoli. Persino i tentativi rivoluzionari come si può apprendere leggendo il volume. La passione per questi fogli, che spesso venivano splendidamente illustrati anche da celebri artisti, si pensi al caso di Alfons Mucha, nasce quindi da quella fascinazione del tenere tra le mani dei veri e propri pezzi di storia. Nei titoli più antichi sono presenti anche firme in originale dei rappresentanti delle società o degli Stati emittenti, spesso celebri personaggi pubblici che continuano ad essere ricordati per le loro opere.

 

IL LIBRO

Il volume ha l’ambizione da un lato di introdurre al tema della scripofilia in generale, per poi ricostruire in particolare la storia dei titoli italiani. Ma soprattutto rappresenta una collezione unica di circa un migliaio di azioni, obbligazioni e altri titoli storici, dagli Stati preunitari alla Repubblica, che possono essere ammirati nella loro interezza e raffinatezza. Una grande operazione di raccolta di documenti, appartenenti a più collezioni, resa possibile dall’imprenditore Alberto Puppo. Un’opera che si presta ovviamente al grande formato per la qualità delle riproduzioni, ma soprattutto a diventare un punto di riferimento per l’editoria di settore.

 

GLI AUTORI

Alberto Puppo. Vive sul Lago Maggiore e da oltre vent’anni si occupa di scripofilia. Una passione ereditata dal padre e che l’ha portato oggi con la sua azienda a essere un punto di riferimento internazionale per la certificazione di titoli finanziari. Passione, competenza ed esperienza si uniscono in lui assieme alla visione di un settore dai promettenti sviluppi. I suoi siti Scripofilia.it e Scripomuseum.com sono diventati un punto di riferimento per il mercato, per la catalogazione, e anche per la ricerca storica, vista la mole di informazioni sulla storia della Finanza e dei suoi protagonisti che vi sono contenute. Da qui la decisione di realizzare il presente volume. Un atto d’amore verso la sua passione propria e paterna, un nuovo punto di partenza per la promozione della cultura del collezionismo di titoli storici. Oltre a migliaia di riproduzioni dall’originale di documenti finanziari fuori corso, il volume contiene tra l’altro due appassionanti saggi. Nel primo Andrea Dallapina, giornalista e scrittore, conduce il lettore in un viaggio narrativo-filosofico alle origini della passione collezionistica, alla ricerca della peculiarità della scripofilia. Nel secondo Alex Ricchebuono, operatore finanziario, collezionista e conduttore per la Rai di Money Art, ricostruisce la Storia delle emissioni di titoli dagli Stati pre-unitari italiani, passando per il Regno, per arrivare al Dopoguerra e alla Repubblica italiana. Due testi che saranno apprezzati dai collezionisti ma anche dai non addetti ai lavori per il linguaggio non eccessivamente specialistico e per uno stile in grado di catturare il lettore.

IL MERCATO

Il mercato della Scripofilia è in grande crescita. In Italia non ha ancora assunto le dimensioni delle transazioni di altri Paesi d’Oltralpe o anglosassoni. Nonostante i dati macroeconomici e le crisi generalizzate, continuano a crescere i collezionisti/investitori e gli appassionati nel mondo della Scripofilia. In aumento sono i dati che riguardano le aste specializzate nel mondo e i servizi di consulenza e vendita. Rispetto a quelli di altri Stati, in Italia ci sono prezzi ancora molto interessanti e sottoquotati. Questa forma di collezionismo si è definitivamente concretizzata con la dematerializzazione dei certificati che dal 2000 non vengono più emessi dalla borsa. Ogni documento ha un potenziale di rivalutazione, anche se ovviamente vengono preferiti quelli che hanno un valore storico, artistico e di firma. Il mercato della Scripofilia mondiale è in crescita ed ha ormai superato i 50 milioni di euro all’anno. Ecco perché il presente volume è presentato in versione bilingue (italiano-inglese). Perché si rivolge sia al mercato anglosassone, tradizionalmente, più maturo, sia a quello emergente italiano. Sia ai collezionisti storici, sia a coloro che si avvicinano alla scripofilia poiché vi individuano una possibile fonte alternativa di investimento. Ciò in virtù del fatto che negli ultimi anni alcuni titoli storici hanno visto salire a percentuali, anche a più cifre, il loro valore. Il potenziale lettore del volume è perciò sia colui che già conosce la passione per la scripofilia, sia colui che vuole avvicinarsi a questo settore o che semplicemente nutre una curiosità e interesse storico-culturale per la materia.

Il pregiato volume è acquistabile su Copernicum.it  semplicemente cliccando qui.

 




Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Byblos 2.0 a Milano. Un appuntamento da non perdere per bibliofili e collezionisti

28 febbraio 2018

Byblos 2.0 a Milano. Un appuntamento da non perdere per bibliofili e collezionisti

 

Byblos 2.0 : il fascino della carta antica torna ad incantare Milano nell’appuntamento imperdibile per bibliofili e collezionisti. Rinnovata nel nome e nei contenuti, la rassegna di Parco Esposizioni Novegro dedicata a tutti gli appassionati di antiquariato e modernariato librario raccoglie oltre quaranta operatori dall’Italia e dall’estero per un’offerta che, accanto ai pregiati volumi, mette in mostra i più vari ed originali ephemera: stampe e mappe d’epoca, documenti storici, fotografie, periodici… e tanto altro!

In concomitanza con il grande mercato antiquario Brocantage.

Novità! Raggiungi la mostra mercato con la NAVETTA GRATUITA di Byblos 2.0

Durante i giorni di fiera un servizio di bus sarà a disposizione dei visitatori per raggiungere più facilmente la mostra mercato. Partenze da Milano, Stazione Ferroviaria Centrale e da Aeroporto Linate. Il servizio è gratuito.

Da STAZIONE FERROVIARIA CENTRALE Uscita su p.zza L. di Savoia, alla sinistra dell’uscita principale

Orari: 10,30 – 11,30 – 12,30 – 14,30 – 15,30 – 16,30

Da AEROPORTO LINATE

Orari: 10,55 – 11,55 – 12,55 – 14,55 – 15,55 – 16,55

Da PARCO ESPOSIZIONI NOVEGRO Ritorno in Stazione Centrale con fermata ad Aeroporto Linate

Orari: 11 – 12 – 13 – 15 – 16 – 17 – 18

Questa nuova edizione di Byblos 2.0 sarà arricchita dalla mostra collaterale Ta Erotikà, un viaggio nel mondo dell’eros attraverso cinque secoli di carta stampata

Esplicite al limite dello scandalo, disinibite e dirette, altre volte velate e appena allusive, oppure surreali, Continua a Leggere…