Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Anche quest’anno Torrita di Siena diventa il Borgo dei Libri -5 e 6 maggio, 12 e 13 maggio 2018

13 aprile 2018

5 e 6 maggio, 12 e 13 maggio 2018

Anche quest’anno Torrita di Siena diventa il Borgo dei Libri

Ancora una volta Torrita di Siena, cittadella medievale nel cuore della Val di Chiana senese, torna ad essere il Borgo dei Libri. Anche se, tutto considerato, Torrita di Siena è tutto l’anno un borgo dei libri, visto che qui sono frequentissime le attività legate al  libro: concorsi per libri d’arte, convegni sul libro antico, presentazioni e molte altre attività attinenti per argomento. Il “Borgo” si sviluppa anche quest’anno su quattro giornate, suddivise in due fine-settimana, 5 e 6 maggio, 12 e 13 maggio, dedicate interamente al libro e a tutto il mondo che, in vari modi e in diversa misura, ci gira attorno. Un mondo che non è fatto, come molti potrebbero pensare, solo di lettura, ma di tante altre attività, alcune particolarmente originali.  Il libro, quindi, in queste giornate sarà presentato anche come strumento insostituibile per far circolare le idee, per condividerle insieme a quelle impressioni ed emozioni che sono invece di solito considerate come qualcosa di intimo, di difficilmente esternabile.

Il programma, poliedrico e variegato, sarà interamente illustrato nella conferenza stampa del 14 marzo e consultabile on line, dal 15, nel sito www.ilborgodeilibri.it e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/borgodeilibritorritadisiena/ .

Ecco qualche piccola anticipazione su alcune delle attività proposte per sabato 12 e domenica 13 maggio durante la Mostra Mercato:  l’Associazione DonnediCarta, in uno dei pomeriggi dell’evento, ci ricorderà in qualche modo gli uomini-libro del romanzo di Ray Bradbury  “Fahrenheit 451”; tanti i laboratori creativi e manuali offerti gratuitamente dalla Associazione Rizes, l’Associazione La Regola 42 e l’Associazione Nati per Leggere, rivolti ai bambini di tutte le età. Quei bambini che a torto, oggigiorno, sono ritenuti possibili fruitori solamente di giochi elettronici o di libri “digitali” interattivi, quando invece, se opportunamente educati e guidati, si rivelano letteralmente affamati di libri di carta, da sfogliare e da guardare, di storie da leggere e sentirsi leggere, da rielaborare con la mente, da far girare nella testa con l’uso esclusivo della fantasia e della voglia di immaginare. Naturalmente, ci saranno anche presentazioni di libri, con la possibilità di entrare in contatto con chi le storie le ha dapprima immaginate e poi scritte; bancarelle dove acquistare un libro meraviglioso da regalare ai propri bambini, o a persone care, o… a noi stessi.  Previsto anche un workshop, a cura di Canicola Edizioni, per capire in modo molto concreto alcune tecniche della creazione di fumetti, per imparare  così a coniugare fantasia e manualità, tratto efficace e coerenza con le storie raccontate. In più, anche quest’anno ci sarà Il Borgo dei Misteri, evento serale del sabato in grado di coinvolgere i visitatori in certi aspetti della narrazione molto particolari e… misteriosi. E il borgo di Torrita, ben racchiuso dentro alle sue mura che evocano arcane presenze, sembra fatto apposta per ospitare un’azione teatrale condivisa di questo tipo. Come per le passate edizioni, ci saranno anche angoli molto meno “letterari”, che hanno il compito di dare sostegno alle piacevoli fatiche dei cacciatori di libri e di voglia di leggere: quest’anno, il settore dedicato al cibo e alla gastronomia è ancora più ricco di sempre.

 




Insomma, il Borgo dei Libri rappresenta l’evento perfetto per entrare in contatto con il libro, con i creatori di libri, con altri fruitori di libri: per condividere la passione della carta e del suo profumo, la lettura, il desiderio di far lavorare la mente elaborando storie scritte da noi stessi o da altri. Il Borgo dei Libri apre le sue pagine e aspetta solo di essere sfogliato.

Il Borgo dei Libri gode della sponsorizzazione di Copernicum, uno dei più famosi Market Place per gli appassionati di libri e materiale cartaceo da collezione, ed ha avuto patrocini prestigiosi, come quello del Centro per il Libro e la Lettura del MiBACT e dell’ALI|Associazione Librai Italiani.

Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Napoli Map Fair 2018 -La Fiera del Mezzogiorno dedicata alle antiche mappe ed alla cartografia

26 marzo 2018

Napoli Map Fair 2018 -La Fiera del Mezzogiorno dedicata alle antiche mappe ed alla cartografia

Pozzuoli, Villa Avellino – 6-7 aprile 2018

Tutto pronto per la seconda edizione di “Napoli Map Fair”, la mostra mercato specializzata, dedicata alla cartografia, agli atlanti, ai libri di viaggio ed alla vedutistica nella stampa antica. Una particolare sezione sarà dedicata al Regno della Due Sicilie. L’importante evento, che vedrà la partecipazione di espositori da tutta Italia, si svolgerà il 6 e 7 aprile a Pozzuoli (Napoli) negli antichi spazi di Villa Avellino, una dimora che risale al 1540.

cof

L’ingresso sarà libero, per consentire, visto l’interesse e l’unicità dell’appuntamento, una grande partecipazione di pubblico. L’organizzazione si deve allo Studio Bibliografico Morghen – operativo a livello internazionale con le sue sedi tra Roma e Salerno- guidato da Gabriele Barbone che spiega le ragioni che hanno portato ad organizzare la seconda edizione della fiera: “La mostra nasce per rimediare ad un vuoto da sempre presente, in ambito meridionale, sul mercato del collezionismo. Mi riferisco proprio Continua a Leggere…

Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Fiera del Libro di Bologna – appuntamento a Porta Galliera dal 18 marzo al 12 maggio 2018

17 marzo 2018

Fiera del Libro di Bologna – appuntamento a Porta Galliera dal 18 marzo al 12 maggio 2018

Dal 18 marzo al 12 maggio avrà luogo in Piazza XX Settembre l’edizione primaverile della Fiera del Libro di Bologna, una delle più antiche e longeve d’Italia.

Sette giorni su sette, con orario continuato dalle 9.00 alle 19.30, si possono trovare libri antichi, rari e d’occasione, prime edizioni, saggi, fumetti, edizioni d’arte, di design e d’architettura, letteratura ed altro ancora.

Dalla prima edizione del 1927, la Fiera del Libro è diventata un appuntamento fisso nell’agenda cittadina, atteso non solo dai bibliofili, ma anche dai semplici appassionati.

Passeggiando per porta Galliera —a pochi passi dalla Stazione Centrale— troverete una vasta e specializzata offerta di libri, sviluppata in oltre 400 metri quadri d’esposizione: non solo rare edizioni antiche e ricercate, ma anche migliaia di libri di seconda mano o nuovi a metà prezzo, oltre ad una vasta collezione di fumetti, poster vintage e dischi in vinile.

Dopo i festeggiamenti dello scorso anno per i 90 anni di attività, evento per il quale anche Poste Italiane ha voluto dedicare un annullo speciale con relative cartoline, i librai sono felici di tornare a Porta Galliera con un’edizione primaverile extra: dieci giorni in più a maggio per godersi la primavera bolognese tra i libri. Continua a Leggere…

Attualità, Collezionismo e Antichità, Scrittori

Scripofilia. Alberto Puppo presenta il suo capolavoro letterario sul collezionismo di titoli finanziari storici.

13 marzo 2018

Scripofilia. Alberto Puppo presenta il suo capolavoro letterario sul collezionismo di titoli finanziari storici.

All’indomani del sodalizio professionale stretto con Scripomarket, azienda leader nel commercio di titoli finanziari storici da collezione, siamo lieti di presentare su Copernicum Blog un’opera veramente unica nel suo genere, “Scripofilia. Il collezionismo di titoli finanziari – Italia – Dagli Stati preunitari alla Repubblica”. Un capolavoro letterario realizzato da Alberto Puppo che fonde la passione collezionistica alla divulgazione storica, permettendo al lettore un viaggio attraverso la storia della Scripofilia italiana.

 

IL COLLEZIONISMO FINANZIARIO

Ma innanzitutto cos’è la scripofilia? E’ la collezione di titoli finanziari storici: azioni, obbligazioni, fedi di credito, ecc. che sono ormai fuori corso, anzi con l’avvento della borsa telematica hanno visto eliminare la loro emissione, sostituita dalla digitalizzazione dei titoli. Ma quei documenti di carta possiedono talvolta un importante valore storico-artistico. Da un lato testimoniano le operazioni fatte da imprese o Stati per finanziare quelle attività che hanno cambiato la Storia. Dalle guerre alla rivoluzione industriale, dalle grandi opere alle fabbriche d’auto, l’economia dell’Otto e Novecento (ma vi sono titoli storici anche precedenti) si è basata sul finanziamento per titoli. Persino i tentativi rivoluzionari come si può apprendere leggendo il volume. La passione per questi fogli, che spesso venivano splendidamente illustrati anche da celebri artisti, si pensi al caso di Alfons Mucha, nasce quindi da quella fascinazione del tenere tra le mani dei veri e propri pezzi di storia. Nei titoli più antichi sono presenti anche firme in originale dei rappresentanti delle società o degli Stati emittenti, spesso celebri personaggi pubblici che continuano ad essere ricordati per le loro opere.

 

IL LIBRO

Il volume ha l’ambizione da un lato di introdurre al tema della scripofilia in generale, per poi ricostruire in particolare la storia dei titoli italiani. Ma soprattutto rappresenta una collezione unica di circa un migliaio di azioni, obbligazioni e altri titoli storici, dagli Stati preunitari alla Repubblica, che possono essere ammirati nella loro interezza e raffinatezza. Una grande operazione di raccolta di documenti, appartenenti a più collezioni, resa possibile dall’imprenditore Alberto Puppo. Un’opera che si presta ovviamente al grande formato per la qualità delle riproduzioni, ma soprattutto a diventare un punto di riferimento per l’editoria di settore.

 

GLI AUTORI

Alberto Puppo. Vive sul Lago Maggiore e da oltre vent’anni si occupa di scripofilia. Una passione ereditata dal padre e che l’ha portato oggi con la sua azienda a essere un punto di riferimento internazionale per la certificazione di titoli finanziari. Passione, competenza ed esperienza si uniscono in lui assieme alla visione di un settore dai promettenti sviluppi. I suoi siti Scripofilia.it e Scripomuseum.com sono diventati un punto di riferimento per il mercato, per la catalogazione, e anche per la ricerca storica, vista la mole di informazioni sulla storia della Finanza e dei suoi protagonisti che vi sono contenute. Da qui la decisione di realizzare il presente volume. Un atto d’amore verso la sua passione propria e paterna, un nuovo punto di partenza per la promozione della cultura del collezionismo di titoli storici. Oltre a migliaia di riproduzioni dall’originale di documenti finanziari fuori corso, il volume contiene tra l’altro due appassionanti saggi. Nel primo Andrea Dallapina, giornalista e scrittore, conduce il lettore in un viaggio narrativo-filosofico alle origini della passione collezionistica, alla ricerca della peculiarità della scripofilia. Nel secondo Alex Ricchebuono, operatore finanziario, collezionista e conduttore per la Rai di Money Art, ricostruisce la Storia delle emissioni di titoli dagli Stati pre-unitari italiani, passando per il Regno, per arrivare al Dopoguerra e alla Repubblica italiana. Due testi che saranno apprezzati dai collezionisti ma anche dai non addetti ai lavori per il linguaggio non eccessivamente specialistico e per uno stile in grado di catturare il lettore.

IL MERCATO

Il mercato della Scripofilia è in grande crescita. In Italia non ha ancora assunto le dimensioni delle transazioni di altri Paesi d’Oltralpe o anglosassoni. Nonostante i dati macroeconomici e le crisi generalizzate, continuano a crescere i collezionisti/investitori e gli appassionati nel mondo della Scripofilia. In aumento sono i dati che riguardano le aste specializzate nel mondo e i servizi di consulenza e vendita. Rispetto a quelli di altri Stati, in Italia ci sono prezzi ancora molto interessanti e sottoquotati. Questa forma di collezionismo si è definitivamente concretizzata con la dematerializzazione dei certificati che dal 2000 non vengono più emessi dalla borsa. Ogni documento ha un potenziale di rivalutazione, anche se ovviamente vengono preferiti quelli che hanno un valore storico, artistico e di firma. Il mercato della Scripofilia mondiale è in crescita ed ha ormai superato i 50 milioni di euro all’anno. Ecco perché il presente volume è presentato in versione bilingue (italiano-inglese). Perché si rivolge sia al mercato anglosassone, tradizionalmente, più maturo, sia a quello emergente italiano. Sia ai collezionisti storici, sia a coloro che si avvicinano alla scripofilia poiché vi individuano una possibile fonte alternativa di investimento. Ciò in virtù del fatto che negli ultimi anni alcuni titoli storici hanno visto salire a percentuali, anche a più cifre, il loro valore. Il potenziale lettore del volume è perciò sia colui che già conosce la passione per la scripofilia, sia colui che vuole avvicinarsi a questo settore o che semplicemente nutre una curiosità e interesse storico-culturale per la materia.

Il pregiato volume è acquistabile su Copernicum.it  semplicemente cliccando qui.

 




Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Viaggi e Cultura

Byblos 2.0 a Milano. Un appuntamento da non perdere per bibliofili e collezionisti

28 febbraio 2018

Byblos 2.0 a Milano. Un appuntamento da non perdere per bibliofili e collezionisti

 

Byblos 2.0 : il fascino della carta antica torna ad incantare Milano nell’appuntamento imperdibile per bibliofili e collezionisti. Rinnovata nel nome e nei contenuti, la rassegna di Parco Esposizioni Novegro dedicata a tutti gli appassionati di antiquariato e modernariato librario raccoglie oltre quaranta operatori dall’Italia e dall’estero per un’offerta che, accanto ai pregiati volumi, mette in mostra i più vari ed originali ephemera: stampe e mappe d’epoca, documenti storici, fotografie, periodici… e tanto altro!

In concomitanza con il grande mercato antiquario Brocantage.

Novità! Raggiungi la mostra mercato con la NAVETTA GRATUITA di Byblos 2.0

Durante i giorni di fiera un servizio di bus sarà a disposizione dei visitatori per raggiungere più facilmente la mostra mercato. Partenze da Milano, Stazione Ferroviaria Centrale e da Aeroporto Linate. Il servizio è gratuito.

Da STAZIONE FERROVIARIA CENTRALE Uscita su p.zza L. di Savoia, alla sinistra dell’uscita principale

Orari: 10,30 – 11,30 – 12,30 – 14,30 – 15,30 – 16,30

Da AEROPORTO LINATE

Orari: 10,55 – 11,55 – 12,55 – 14,55 – 15,55 – 16,55

Da PARCO ESPOSIZIONI NOVEGRO Ritorno in Stazione Centrale con fermata ad Aeroporto Linate

Orari: 11 – 12 – 13 – 15 – 16 – 17 – 18

Questa nuova edizione di Byblos 2.0 sarà arricchita dalla mostra collaterale Ta Erotikà, un viaggio nel mondo dell’eros attraverso cinque secoli di carta stampata

Esplicite al limite dello scandalo, disinibite e dirette, altre volte velate e appena allusive, oppure surreali, Continua a Leggere…

Attualità, Contemporanea, Scrittori

Natale 2017: i migliori 10 libri da regalare

13 gennaio 2018

Natale 2017: ecco i migliori 10 libri da regalare.

Natale sta per arrivare, ed anche quest’anno come di consueto vogliamo darvi alcuni suggerimenti su quali libri scegliere per fare un ottimo ed utile regalo.

Premesso che regalare un libro, sia esso nuovo, antico od usato, è sempre un regalo sicuro e sempre apprezzato, ecco una lista di 10 libri da far trovare sotto l’albero, scelti da noi di Copernicum tra le centinaia di offerte editoriali di fine anno, rigorosamente NON in ordine di importanza:

  • Iniziamo con un bel libro per i piccoli lettori: da non perdere il libro di Newton Scamander, il fantazoologo che con il suo libro “Gli animali fantastici: dove trovarli”, ci spiegherà tutto sugli animali fantastici di Hogwarts scaturiti dalla fantasia di J.K. Rowlings.
  • Per gli amanti del trekking segnaliamo “il sogno del drago”, ovvero la cronaca del viaggio fatto da Enrico Brizzi sul Cammino di Santiago da Torino a Finisterre.
  • Dedicato invece a chi riesce a ridere di tutto, questo simpaticissimo libro di Achille Mauri, “Anime e Acciughe”, dove l’autore ci spiega il suo aldiquà.
  • L’amicizia, in questo caso una fortissima amicizia che lega due donne. Federica Bosco ci racconta una storia bellissima con il suo “Ci vediamo uno di questi giorni”.
  • Per il genere fantasy, segnaliamo “Sirene” di Monica Rametta. Una storia sentimentale e fantastica che ci parla dell’incontro tra il mondo degli umani e quello delle sirene.

 




  • Acclamato anche da Stephen King, ecco un romanzo di sapore gotico con fantasmi ed omicidi ad opera di uno psicotico: “L’apparenza delle cose” di Elizabeth Brundage.
  • Un romanzo storico per gli amanti del genere: dopo il successo de “La cattedrale del mare”, torna Hildefonso Falcones con il nuovo libro “Gli eredi della terra”. Da non perdere.
  • La scrittrice argentina Mariana Enriquez ci propone il suo “Le cose che abbiamo perso nel fuoco”, una raccolta di racconti da brivido.

Continua a Leggere…

Attualità, Collezionismo e Antichità, Contemporanea, Senza categoria, Viaggi e Cultura

C’era una volta… il Libro – La quinta edizione sabato 17 e domenica 18 febbraio a Cesena Fiera

12 gennaio 2018

C’era una volta… il Libro

La quinta edizione sabato 17 e domenica 18 febbraio a Cesena Fiera

 

Protagonista la Via della Seta, con una mostra con pezzi unici da tutto il mondo in un percorso lungo oltre XX secoli Cesena – Via della Seta.

Basta il nome per evocare romantici scenari e condensare in un’unica espressione quel mondo vasto che è stato per secoli trait d’union tra oriente e occidente. Rotta commerciale, ma anche potente mezzo di comunicazione con i suoi scambi di informazioni e persone, la Via della Seta torna oggi a vivere attraverso le ambiziose rotte culturali di una mostra, Manoscritti sull’antica Via della Seta, allestita sabato 17 e domenica 18 febbraio a Cesena Fiera in occasione di “C’era una volta… il libro”.

Protagonista dell’esposizione è la carta, invenzione cinese che formò e riformò intere civiltà semplicemente veicolando le idee che conteneva, e, più precisamente, la carta di illustrazioni, mappe e manoscritti miniati di rara bellezza che dal XIV al XIX secolo vennero realizzati nella regione dell’antica Via della Seta. Diverse le rarità esposte tra cui, solo per citarne alcune: il foglio di un Corano su pergamena del IX secolo con il testo in carattere cufico antico Abbaside; un trattato persiano di astronomia Quajar su carta azzurra datato du al Hijja 1225 (dicembre 1810/gennaio 1811 AD); una carta geografica del mondo arabo risalente alla fine del XVIII secolo; una piccola stele in pietra dura scura del V sec. a.C. incisa con caratteri arabi primitivi, un astrolabio del XIX secolo probabilmente proveniente dal Nord Africa.

Insomma, un capolavoro sincretico che si fa mostra definitiva per neofiti e appassionati con la sindrome da Marco Polo, ma soprattutto una “bussola” con cui orientarsi nel passato di un glorioso impero, volgendo lo sguardo a un altrove, geografico e temporale, che ha anticipato Continua a Leggere…

Senza categoria

Cartografia Antica. Storia e curiosità. Scopriamola assieme a Milano Map Fair il 20 gennaio 2018.

12 gennaio 2018

Cartografia Antica. Scopriamola assieme a Milano Map Fair il 20 gennaio 2018.

La cartografia antica è senza dubbio un settore collezionistico tra i  più emozionanti e seguiti, ma appassiona anche chi collezionista non è. A quanti di noi sarà capitato di trovarsi di fronte ad una carta geografica antica ed andare a cercare la propria città od il proprio paese? A tantissimi di sicuro!

L’appuntamento è a Milano, il 20 gennaio nei saloni dell’Hotel Michelangelo, proprio di fronte alla Stazione Centrale con Milano Map Fair 2018. La mostra mercato, giunta alla sua VI edizione, si consacra come un appuntamento imperdibile per il mondo bibliofilo, ed i visitatori potranno apprezzare le antiche carte, e non solo,  messe in vendita da 30 selezionatissimi espositori.

Ma scopriamo assieme un po’ di storia e di curiosità sulla cartografia antica. Le rappresentazioni spaziali accompagnano l’uomo fin dagli albori della civiltà, quando informazioni su come raggiungere determinati luoghi venivano tracciate su sabbia o su materiali deperibili quali pellame, legno od ossa, se non addirittura sulla sabbia. Purtroppo di questo materiale niente è giunto fino a noi, ma ne abbiamo potuto avere testimonianza grazie allo studio di popoli senza scrittura, come ad esempio Continua a Leggere…

Senza categoria

C’era una volta… il Libro. Al via la quarta edizione sabato 18 e domenica 19 novembre a Cesena Fiera

23 ottobre 2017

C’era una volta… il Libro
La quarta edizione sabato 18 e domenica 19 novembre a Cesena Fiera

Tra libri antichi e rarità bibliografiche, la prima assoluta di una mostra collaterale che fa rivivere l’Index Librorum Prohibitorum (l’indice dei libri proibiti)

Cesena – Probabilmente non sarebbe piaciuta al Grande Fratello del distopico 1984 di Orwell, ma proprio per questo C’era una volta… il libro, la mostra mercato dedicata all’antiquariato e modernariato librario, in programma a Cesena Fiera sabato 18 e domenica 19 novembre, fa proseliti tra bibliofili, collezionisti e semplici curiosi.




Tra rari manoscritti miniati, incunaboli, cinquecentine, libri di varie epoche e pregio, incisioni, litografie, cartografia, preziosissime stampe ingiallite dal tempo ed un intero stand dedicato al meraviglioso mondo degli autografi allestito da Galileum Autografi, sono circa 100 gli espositori italiani ed esteri attesi per la quarta edizione della kermesse. Una proposta espositiva ricca e dal respiro internazionale che attesta la qualità di una manifestazione degna della città che fu di Malatesta Novello, ideatore della prima biblioteca civica al mondo oggi patrimonio dell’Umanità.

Non solo mostra mercato, la quarta edizione di C’era una volta… il libro, si arricchisce con due mostre collaterali uniche nel panorama librario.

“La Fede Ardente. Indice degli Indici dei libri all’Indice” è una prima assoluta, una vera e propria mostra dedicata ai libri proibiti ovvero ai censurati, condannati, talvolta arsi perché ritenuti eretici dalla Chiesa Cattolica.

E’ il 1559 quando Paolo IV, spinto dalla Riforma protestante e dalla divulgazione crescente della stampa, introduce l’Index Librorum Prohibitorum (elenco delle pubblicazioni proibite) come strumento principe per esercitare l’attività di controllo sulla libertà di espressione e di stampa.

Dovettero passare ben 408 anni e oltre 40 edizioni, affinché Paolo VI, nel 1966, abolisse uno strumento ormai obsoleto per i tempi moderni. Due papi con lo stesso nome scrivono la storia di cinque secoli di censura che, nella kermesse cesenate, tornano a ‘vivere’ grazie alla collezione del libraio antiquario Giovanni Luisè di Rimini. Inevitabile che una mostra del genere venga ospitata in una città come Cesena che ha dato alla luce due papi (Pio VI Braschi e Pio VII Chiaramonti).

In Fiera si potranno ammirare le edizioni originali degli Indices e con esse rari esemplari di testi antichi riguardanti le censure, i formulari degli interrogatori, dei processi criminali e delle torture per una panoramica di quella che fu la Santa Inquisizione. Insieme all’esposizione, che inaugura sabato 18 Novembre alle ore 16,00 alla presenza dell’autore Giovanni Luisè, viene presentato il catalogo omonimo che, in 120 schede descrittive, illustra i materiali esposti.




Dal XVI al XX secolo vanno anche le carte geografiche protagoniste della seconda mostra collaterale dedicata alla cartografia romagnola dal titolo “ROMAGNA. Carte dal XVI al XX secolo”, Si va dalle piante classiche, come quella incisa da Antonio Magini nel 1598, a quelle riciclate, come quella di fine ‘600 di di Gerard Valk e Pieter Schenk. In questo excursus che ripercorre i confini della terra cara a Pascoli e Guerra, non poteva mancare poi l’opera del cartografo Blaeu, regina delle carte della Romagna che con i suoi putti, la donna che regge il covone di fieno e la nave che solca il mare Adriatico, è una vera delizia per gli occhi. Le carte esposte appartengono alla collezione privata di Carolina e Sergio Gollini (Magnificat Stampe Antiche, Imola), disponibili negli orari di apertura della fiera ad illustrare la mostra a quanti ne abbiano curiosità.

La manifestazione si svolge in concomitanza di C’era una volta… antiquariato, la rassegna antiquaria mensile dal format inedito che, ogni terzo week-end del mese da settembre ad aprile abbina a una eccellente offerta di antiquariato di pregio il fascino del mercatino di strada, con una vasta offerta merceologica che la rende sul territorio punto di riferimento del settore.

L’evento è organizzato da Blu Nautilus (www.blunautilus.it) con il patrocinio del Comune di Cesena, della Provincia Forlì Cesena e della Regione Emilia Romagna ed in collaborazione con i maggiori siti specializzati del settore Abebooks.it, Maremagnum.com e Copernicum.it

Info:
C’era una volta.. il libro

Fiera di Cesena, v. Dismano 3856 Pievesestina di Cesena (FC)

Sabato 18, Domenica 19 Novembre 2017 -h. 9/19

Ingresso € 3 intero – gratuito fino ai 14 anni e dopo i 70

www.ceraunavoltantiquariato.it     FB evento c’era una volta il libro – IV ed.

Tel. 333.3308106      e.casanova@blunautilus.it




Senza categoria

Appuntamento con Byblos 2.0. A Milano il 16 e 17 settembre si rinnova il fascino della carta antica!

4 settembre 2017

‘Byblos 2.0’

16/17 Settembre al Parco Esposizioni Novegro

 

Il fascino della carta antica torna a incantare Milano: appuntamento imperdibile per bibliofili e collezionisti. Tra le curiosità la prima mappa di Milano con i numeri civici geometrici Novegro (Mi) – “C’è qualcosa di nuovo, anzi d’antico” scriveva Giovanni Pascoli. Quell’antico e moderno crocevia a Byblos 2.0, la mostra mercato del libro in programma al Parco Esposizioni Novegro il 16 e il 17 settembre 2017. Rinnovata nel nome e nei contenuti, la due giorni mette in scena preziosi libri ingialliti dal tempo, stampe e mappe d’epoca, bozzetti originali, documenti storici e tanto altro. Oltre trenta gli operatori dall’Italia e dall’estero per un’offerta che accanto ai pregiati volumi, mette in mostra i più vari ed originali ephemera: dalle cartoline alle carte geografiche, dalle lettere alle riviste, passando per i poster e le fotografie.

La curiosità

Tante le curiosità in esposizione, in particolare sulla Milano del tempo che fu raccontata in maniera inedita. A partire da una mappa della città ambrosiana del 1827 firmata da Giuseppe Pezze. Un pezzo di grande valore dello Studio Aster (Milano), il primo a riportare i numeri civici con metodi geometrici, partendo da Palazzo Reale (n.1) per proseguire in senso circolare dal centro alla periferia.

Rimanendo sempre a Milano, Galleria Trincia di Roma mette in mostra una preziosa incisione in rame del Duomo del 1704, pubblicata da Pierre Mortier nel suo “Nouveau Theatre d’Italie”. Un’altra, sempre in rame, esposta fra le altre dalla stessa galleria è il Planisphaerium Coeleste di Mattheus Seutter, datato 1728. L’incisione mostra i due emisferi (australe e boreale), con le costellazioni e la Via Lattea. Nei riquadri: l’alternanza tra giorno e notte, le fasi lunari, l’ipotesi di Tycho, l’ipotesi Copernicana, l’ipotesi Tolemaica ed il moto di rivoluzione della Terra attorno al Sole con le posizioni dei Solstizi ed Equinozi.

Galleria La Tramite di Milano espone le figurine antesignane per eccellenza: le Liebig. Pubblicate tra il 1872 e il 1975 in bianco e nero o a colori attraverso la tecnica litografica, anticipano la moda di ciò che farà la Panini nei decenni successivi. A idearle, il barone Justus Von Liebig per promuovere il suo estratto di carne. Oggi sono tra i pezzi più ricercati dai collezionisti. Infine, ma non meno importante, un rarissimo volantino che raffigura il gran ballo d’addio del 9 Maggio 1856 per celebrare la fine della campagna di Crimea a cui prese parte l’esercito piemontese al fianco di inglesi e francesi. Ad esporlo la Libreria Luna Vecchia, Torino.

Brocantage

La due giorni dedicata al libro antico si svolge in concomitanza con il grande mercato antiquario Brocantage (15 -17 settembre), una delle più longeve fiere dell’antico d’Italia che da oltre 30 anni porta a Novegro i ‘fanatici’ dell’oggettistica dei tempi che furono. Pezzi d’epoca, mobili, quadri e arredi messi in banco da circa 200 espositori si propongono ai 6000 visitatori attesi per un fine settimana in cui lasciarsi travolgere dal mondo ricco di fascino dell’antico. Un ultimo dettaglio non da poco, il centro fieristico si trova a pochi passi dall’aeroporto Linate, dunque facilmente raggiungibile a tutti.

L’evento è organizzato da Comis Lombardia in collaborazione con le maggiori piattaforme on-line del settore:

Abebooks.it, Maremagnum.com e Copernicum.it

Info: Parco Esposizioni Novegro, via Novegro – 20090 Segrate (MI) sabato 16 e domenica 17 settembre 2017

NUOVE DATE! Orario: 10-19 Ingresso €10 per Byblos 2.0 e Brocantage – ridotto per bambini dai 6 ai 12 anni – gratuito da 0 a 6 anni (presentando alle casse la cartolina scaricabile dal sito è possibile usufruire di uno sconto del 50% sul biglietto). www.parcoesposizioninovegro.it Facebook: Byblos Novegro Tel. 02.70200022 – 333.3308106 | mail byblos2.0@libero.it Novegro, luglio 2017