Senza categoria

Accadde oggi, 29 gennaio 1845. Edgar Allan Poe, il Corvo ed altre poesie.

29 gennaio 2016

Nevermore! (Mai più)

29 gennaio 1845. Il New York Evening Mirror pubblica per la prima volta Il Corvo ed altre Poesie, una raccolta di componimenti poetici usciti dalla penna di uno dei geni indiscussi della letteratura ottocentesca americana, Edgar Allan Poe.

Le atmosfere gotiche tanto care a Poe, dense di morte e di misticismo, aleggiano attorno al protagonista e narratore  il quale, con il cuore spezzato dalla morte dell’amata Lenore, riceve la visita di un corvo. Il terrore fisico incusso da questo nero uccello porta il narratore a rivolgergli tutta una serie di domande, delle quali conosce già la risposta: Nevermore ( mai più ). E questa semplice parola mette l’amante di fronte alla straziante verità che la sua Lenore non c’è più e non potrà tornare. Nevermore. Mai più.

Il Corvo riscosse immediatamente un grandissimo successo, tanto che in pochi mesi fu pubblicato in vari giornali americani ed anglofoni, ed ebbe anche una sua pubblicazione indipendente anch’essa nel 1845. La poesia ha ispirato innumerevoli altri lavori in ogni campo, da quello musicale a quelli teatrale e cinematografico. Anche Freddie Mercury si lasciò contagiare dalle nere piume del corvo, e compose nel 1974 la canzone “Nevermore”, ispirata alla poesia di Poe.
E la vena di morte che aleggia attorno alla figura del Corvo ha conferma nella tragedia che pose fine alla vita di Brandon Lee, l’attore figlio di Bruce, che morì proprio durante le riprese del film di Alex Proyas nel 1994.

Per quanto riguarda l’arte figurativa, l’atmosfera gotica della poesia di Poe non potè non emozionare anche Gustave Dorè, che ci regalò delle stupende incisioni illustrative che comparvero a corredo della pubblicazione de Il Corvo ed altre Poesie.

Edgar Allan Poe (Boston 19 gennaio 1809 – Baltimora 7 ottobre 1849) fu uno scrittore, poeta, critico letterario, giornalista, editore e saggista statunitense. Fu inventore del racconto poliziesco e principe della letteratura dell’orrore e del racconto gotico. Come molti altri geni, la sua opera fu oggetto di pesanti critiche durante la sua breve vita, ed i gravi problemi di droga, alcoolismo e finanziari con cui dovette lottare, lo hanno fatto considerare come il primo scrittore alienato d’America. Questi problemi si presentarono dopo la morte della sua amata moglie, episodio che ha probabilmente caratterizzato molta della sua produzione letteraria, non ultima la poesia Il Corvo.

Le cause della sua morte rimangono tutt’oggi ancora sconosciute, ed anche se varie supposizioni sono state fatte, sono ancora ammantate di mistero in quanto gli atti di ricovero e di morte dello scrittore sono inspiegabilmente scomparsi all’indomani del suo decesso. Sappiamo soltanto che fu trovato girovagante per le strade di Baltimora una mattina, con abiti non suoi, in gravissimo stato di salute. Ricoverato, si spense dopo quattro giorni di agonia. La morte ha così spezzato la carriera e l’opera di uno dei più grandi scrittori dell’Ottocento; un corvo mi guarda dalla finestra e sembra dire: Nevermore. mai più.

 

Ti potrebbe interessare

Nessun Commento

Lascia un Commento