Contemporanea, Emergenti, Scrittori

Con San Frediano nel cuore ed il suo primo romanzo in Libreria: Marzia Suìsola

10 settembre 2014

San Frediano, quartiere popolare di Firenze, diladdarno, come si dice da quelle parti. Una rive gauche pulsante di vita, di botteghe e di gente vera, autentica, di borgata. Gente sempre pronta ad aiutare un altro Sanfredianino, cuori grandi e lazzo facile. Un quartiere così vivo e vero che anche il grande Vasco Pratolini volle ambientarci un romanzo, Le ragazze di San Frediano.

Ed è in questo quartiere, tra sanpietrini sconnessi e panni tesi, all’ombra della cupola di Cestello, che cresce Marzia Suìsola. Una San Frediano e una Firenze che segnano indelebilmente il suo cammino, tanto da volervi ambientare il suo primo lavoro letterario. E così nasce “Il passato dentro“, romanzo che segna

l’esordio in campo letterario della 45enne scrittrice fiorentina. Il racconto è ambientato appunto tra la Firenze e la Londra dell’800, e narra la storia di una giovane donna, Olga Martini e della sua famiglia. Un viaggio introspettivo, con tinte thriller e richiami esoterici, da leggere tutto d’un fiato.

Olga Martini è giovane, bella, colta, ha un lavoro che la gratifica e un marito che la ama. Vive in una splendida casa sotto il Piazzale Michelangiolo, una delle più belle zone di Firenze, e ha una figlia di otto anni, Saskia. Avrebbe tutto per essere felice, ma il suo rapporto con la piccola Saskia è complicato e talvolta burrascoso. Eppure non esiste un vero motivo. Ma, allora, da dove le nasce tutto questo risentimento? Possibile che trovi origine in un remoto passato? Un delitto dimenticato, un oscuro dramma familiare, una madre che sembra rifiutare la figlia, l’amore tenace fra una nipotina e la nonna. La storia di una donna alla ricerca di sé e del proprio passato.

 

Giocato tra il piano fisico e quello spirituale, il romanzo presenta due chiavi di lettura: una essoterica perché si parla della quotidianità di una giovane coppia che si barcamena fra le cose di tutti i giorni: la famiglia, il lavoro, la casa, far quadrare i conti a fine mese; e l’altra esoterica, che accompagna il lettore su un piano più elevato, spirituale. Qui viene trattato anche il tema della morte e non tanto della morte fisica sebbene il romanzo sia permeato di diversi lutti quanto della morte intesa come processo di trasformazione attraverso il quale morendo a se stessi, al proprio ego, si può dare spazio e voce alla nostra parte spirituale e divina. Può essere letto anche come un giallo. Infatti il libro si apre con un omicidio accaduto a Londra nel febbraio del 1860. Questo assassinio aleggia per tutto il romanzo e troverà la sua soluzione solo alla fine del libro.

Descrivendo Olga, il personaggio principale del romanzo la scrittrice dice che: “troverà la forza e il coraggio di affrontare quello che, per me, è il viaggio più meraviglioso che un essere umano possa compiere: quello dentro se stessi, alla scoperta della propria essenza. Sarà un percorso doloroso, che la porterà a venire a patti con il suo passato. Affioreranno memorie e verità rimosse che la faranno soffrire e diventerà consapevole che il dolore è l’unica strada percorribile per prendere coscienza di se ed evolversi. Alla fine di questo processo non scoprirà una nuova Olga ma la vera Olga e scoprirà anche il vero significato della parola Amore.”

Disponibile in libreria e sulle maggiori piattaforme di vendita di libri nuovi online, Il passato dentro è edito da Sassoscritto.

marzia

 

BREVE BIOGRAFIA

Marzia Suìsola è nata a Firenze nel 1969. Cresciuta nel quartiere di San Frediano, da qualche anno si è trasferita nel Valdarno fiorentino dove vive con la figlia, Melissa.

E’ appassionata di esoterismo, in particolar modo di astrologia; letteratura e storia.

“Il passato dentro” è il suo primo romanzo.

Il suo indirizzo email è: marziasuisola@yahoo.it

Ti potrebbe interessare

Nessun Commento

Lascia un Commento