Attualità, Contemporanea, Emergenti, Scrittori

La stirpe spezzata e il riscatto del cuore. Un libro di Stefania Andreoli

14 settembre 2018

 

La stirpe spezzata e il riscatto del cuore.

La stirpe spezzata e il riscatto del cuore è un libro che si potrebbe definire una ritmata e accattivante narrazione-dossier biblica, diretta a fornire risposte relative al difficile periodo di oggi per la Chiesa, alle crisi che la attraverso e dall’altro, alla famiglia, due istituzioni che il lettore avrà modo di scoprire sono una faccia della stessa medaglia.

Attraverso una dettagliata ricerca storico, biblico e teologica e una inedita esegesi il lettore si ritrova all’interno della verità iniziata con Abramo, per scoprire il vero significato dimenticato di Stirpe eletta, regno di sacerdoti, nazione santa, direttamente voluta dal Dio Uno e Trino che si è rivelato. Un’esplorazione dentro a documenti attestatori di una imminente disfatta dovuta ad alcune scelte che l’autrice riporta alla luce e che ripulite dalla polvere del tempo, faranno comprendere la Rivelazione stessa e i tortuosi sentieri percorsi dalle Chiese gemelle cattolica-ortodossa.

 




La stirpe spezzata e il riscatto del cuore è un libro che ci regala una avventura dentro all’esegesi biblica, uscendo dalle nicchie per pochi esperti, diventa racconto di una famiglia per le famiglie di oggi, consegnando un positivo messaggio escatologico ed il trionfo di Dio, il senso delle Nozze dell’Agnello e del Cuore Immacolato di Maria.

Un libro che può raggiungere anche i più lontani, meno esperti ed i giovani.

Il libro sarà presentato presso la Libreria Open More Than Books a Milano il 29 settembre 2018 alle ore 17.

 

Se desiderate acquistare il libro, potete farlo cliccando qui.

 

Conosciamo Stefania Andreoli:

ha conseguito la Laurea quinquennale in Teologia presso l’Università Teologica dell’Emilia Romagna, l’indirizzo degli studi è stato dettato dal senso esistenziale e ricerca di Dio, cresciuto con gli anni, dopo che a soli cinque mesi morì la madre. La prima di tante prove che la vita le pone dinnanzi e che fa crescere il desiderio di avere prima di tutto una famiglia e dei figli.

Decide di rinunciare all’insegnamento e agli studi del corso di Laurea in Filosofia a motivo della disabilità dei figli gemelli. Ha continuato poi da autodidatta e credendo nella nuova evangelizzazione attraverso le nuove tecnologie, lavora per diffondere il messaggio del Vangelo.

In questo contesto riscontra opinioni positive, decide per la stesura del libro. Ha collaborato con alcuni Editori. Ha poi lavorato nel campo della disabilità, formando un’Associazione di volontari per disabili.

 




Ti potrebbe interessare

Nessun Commento

Lascia un Commento